mercoledì, maggio 31, 2006

Un posto nel mondo

 
 

Eccomi qui a dirvi che ho finito anche questo libro, letto d'un fiato, finito in 4 giorni...
Per la voglia di spaere quanto si può cambiare, quanto bisogna rischiare quanto faticare, quanto soffrire, per trovare il PROPRIO POSTO NEL MONDO.
Non vi racconto la trama, si trova un pò ovunque, penso sia sufficiente sapere che come al solito parla di trentenni, e di suggerisce un modo diverso per apprezzare la vita.
Come nel caso dell'altro libro non penso che sia la massima espressione dell'arte letteraria, però ti trascina, ti porta via, ti fa ridere e anche piangere. A me è venuta voglia di regalarlo al mio ragazzo, sisamai! Posted by Picasa

12 commenti:

ape ha detto...

a questo punto, mi induci in tentazione.

Tulip ha detto...

a me è piaciuto, se ti interessa leggi la trama qui!

Di solito che libri ti piacciono?

berso ha detto...

Non riesco a leggere i libri di Fabio Volo, anche se mi piace alla radio.
proverò anche questo e ti saprò dire

ape ha detto...

Buon 2 Giugno!

Piggio ha detto...

bè fabio volo scrive benissimo, si legge che sembra di mangiare un piatto di pasta, sto leggendo proprio ora il libro che ha scritto prima dell'ultimo tulip :)
buon 2 giugno a tutti

ape ha detto...

buona domenica tulip.

Clamor ha detto...

L'ho visto ieri sera in tv mentre intervistava la Parodi e la interrogava molto intelligentemente e come solo lui sa ironicamente fare, a proposito del libro sul bon ton scritto proprio dalla signora Gori... Dovrò leggerlo (quello di Volo), già mi piace allo stato puro chissà se riesce a trasmettere lo stesso sorriso con le parole :)
Grazie del consiglio

Anonimo ha detto...

Ciao Tulip,
abbiamo conversato sul gambero circa il locale Nef,ora vedo che hai letto questo libro che da 100 giorni giace sul mio comodino...
Dici che vale la pena leggerlo ?
Te la prendi la responsabilità ?
Dai che scherzo...lo comincio nel week end e ti faccio sapere.
Se t'interessa...
Ciao,
Mark.

Tulip ha detto...

Mark, dipende da cosa ti aspetti...
Hai presente Fabio Volo, bhe il protagonista, è praticamente il suo alter ego, è un libro facile e veloce, senza grandi pretese, ovviamente, ma secondo me simpatico.

Anonimo ha detto...

...Cominciato alle 18 di sabato pomeriggio,adesso mi mancano circa 50 pagine e penso che sfrutterò tutti i momenti di pausa e la stessa pausa pranzo per finirlo.
Anche se il posto e il momento migliore per leggerlo è su una poltrona accanto al caminetto in splendida solitudine.
E pensare che se non avessi scritto dell'Enoteca chissà quanto sarebbe rimasto a prendere polvere !

Tulip ha detto...

Allora ti sta piacendo? Eh?

Anonimo ha detto...

Finito ieri sera prima di andare a dormire....che dire ?
Sicuramente da leggere,forse da consigliare a persone che si conoscono bene.
Personalmente non mi stupisce che mi sia stato regalato da una persona straordinaria.
Grazie Tulip,forse all'Enoteca non ci andrò mai piu' a mangiare,ma ho letto questo bel libro ed ho conosciuto il tuo blog in cui ogni tanto m'intrufolerò !
Ciao,
Mark.