venerdì, maggio 05, 2006

soffia Eolo soffia......

Una cosa che non ho raccontato di questo weekend passato ad Ischia riguarda quello che ho visto sulla strada del ritorno, imboccando la A1, più o meno all’altezza di Caserta (credo, ma non ricordo bene), ebbene ho visto lungo la montagna 7 turbine eoliche, che se ne stavano lassù girando piano piano dolci dolci.
Io ogni volta che le vedo rimango estasiata, anche se so che per la maggior parte della gente sono semplicemente brutte e deturpano l’ambiente.
Io però penso questo, e forse mi tirerò dietro un po’ di insulti:
noi viviamo in una civiltà in cui l’utilizzo (esagerato) delle risorse è una realtà, come anche la produzione (eccessiva) di rifiuti è una realtà.
 

Quindi la cosa migliore sarebbe scovare delle tecniche e dei comportamenti che associati a questo tipo di realtà ci permettano di rendere più sostenibile la nostra esistenza.
E bisogna sottolineare che sostenibile non significa improvvisamente diventare degli estremisti dell’ambiente e non lavarsi, mangiare al buio, andare solo ed esclusivamente a piedi.
Lo sviluppo Sostenibile (cito da Wikipedia) è uno sviluppo che soddisfa le esigenze del presente senza compromettere la possibilità per le generazioni future di soddisfare i propri bisogni, ovvero è necessario non sfruttare fino all’osso tutte le risorse disponibili, ma regolarne l’uso trovando metodi sempre più efficienti in modo tale da garantire anche alle future generazioni di godere di questa terra.

Allora credendo fermamente in quello che ho appena detto, ritengo che non è possibile opporsi sempre e comunque ad ogni nuova creazione di centrale elettrica, di qualsiasi tipologia essa sia, ma bisogna di volta in volta valutarne le peculiarità e osservare se non esistano soluzioni migliori.
Ovvero bisogna ricercare l’optimum, dal punto di vista dell’efficienza dell’energia e dal punto di vista degli effetti sull’ambiente.
Ma non si può pensare che improvvisamente non si costruiscano più centrali, altrimenti sarebbe necessario entrare nell’ottica che prima o poi dovremo regolarizzare l’utilizzo delle diverse risorse, e in questo caso particolare mi riferisco all’energia.
Ovvero non più di tot kwatt a persona e magari solo a certe ore differenziate da persona a persona.
Questo non è auspicabile.
Allora non capisco perché opporsi allo sviluppo dell’eolico in Italia, di certo non suggerisco di posizionare le mie adorate turbine su delle cime di interesse turistico, ma d’altro canto è una delle energie più pulite al mondo, e ottenibile se ben posizionate in continuo nell’arco della giornata. Oltre allo svantaggio estetico non causa pressocché alcun altro svantaggio, tranne forse del rumore nelle strette vicinanze, rumore che si sta via via cercando di eliminare.

Con le eolico è possibile generare energia senza alcuna emissione! E alcune grosse ditte si stanno anche interessando nel creare delle turbine sempre meno invasive dal punto di vista estetico.

Sogno un mondo in cui si possa valutare con serenità al nostro sviluppo sostenibile! Posted by Picasa

12 commenti:

Grissino ha detto...

Sono d'accordo con te ma l'energia eolica ha moltissime limitazioni come d'altra parte quella solare. A Milano per esempio di vento ce n'è sempre pochissimo. A Roma già di più e idem per quanto riguarda il sole (anche quello a Milano è piuttosto carente, sarà anche per la cappa d'inquinamento che c'è!). Come dici tu, bisogna sfruttare le fonti alternative dove si può, integrarle con le altre, privilegiando le meno dannose (secondo me una di queste è l'energia nucleare...). Buon week end!
:-)

cannella ha detto...

Qui in Spagna l'energia eolica è sfruttatissima (con questi stessi mulini a vento) in moltissime zone della parte centrale del paese, che è molto ventosa. Spesso si batte il record europeo di produzione di energia eolica, nei giorni più ventosi.
E detto questo, sei ufficialmente invitata al meme sul firgorifero:

http://zuccherierait.blogspot.com/2006/05/meme-cosa-ce-in-frigo.html

Rassegnati e invita chi vuoi! Baciotti

Tulip ha detto...

@ Grissino:
infatti secondo me vanno integrate diverse possibili fonti di energia, anche piuttosto diversificate, ma comunque preferendo quelle che danno minore impatto.
in effetti sto cominciando anche io a pensare che il nucleare potrebbe essere per l'italia un'ottima soluzione.
In primo luogo perchè penso che non bisogna averne più paura, gli errori in passato sono stati fatti, ma da quelli si impara, e non credo succederebbero più disastri simili. (in ogni caso se succedesse un disastro in francia non è che sia poi tanto differente).
Anche se ritengo, fortemente, che bisognerebbe valutare con grande impegno diverse possibili soluzioni per il problema delle scorie... qualcuno ci dovrebbe pensare seriamente.

@ cannella
in Spagna siete avvantaggiati anche dalle immense distese di terreno poco abitati, qui risulta sicuramente più difficle, ma NON impossibile!!!

Accetto il tuo MEME-invito!!!

baciotti

miss piperita ha detto...

Spero che prima o poi si prenderà energia da fonti alternative ecologicamente sostenibili...

Tulip ha detto...

Benvenuta Miss Piperita!!..
vedo che abbiamo desideri comuni

;)

ape ha detto...

il nucleare E' un'ottima soluzione corredato di energia solare ed eolica ed idrogeno...ma sembra che nessuno lo vuol capire!

è anche vero che non mi sento di dare torto a quegli italiani che al referendum dell'87, presi dall'onda emotica dei Chernobill, hanno votato contro il nucleare.

Come per tutti gli investimenti c'è bisogno di soldi, ma perchè invece di aumentare i vitalizi non si spremono le meningi per un pò di "indipendenza energizzante"?

Tulip ha detto...

nel nostro paese manca una politica di informazione del cittadino, che lo renda responsabile delle proprie scelte ma sopratutto conscio degli effettivi pregi e difetti!!

ultimamente si ricomincia a sentire voci vaghe sul nucleare, ma non si fa abbastanza informazione.
Ci sono paesi in cui si discute direttamente con i cittadini per la scelta delle diverse opzioni da scegliere.

secondo me passerebbe anche un pò di paura se si rendessero i cittadini consapevoli dei benefici (ma anche dei reali rischi) che proverrebero da una scelta politica o da un altra!

Ciao Ape!

Fabio ha detto...

A me non sembra che siano esteticamente brutte quelle pale: in molti paesi nordici sono diventati parte del paesaggio. Ricordano un po' i mulini a vento, che erano cosi' belli.

Tulip ha detto...

Mi fa piacere che anche tu Fabio trovi belle le turbine eoliche....cominciavo a pensare di essere l'unica....
io le trovo affascinanti...
Quando le vedo resto imbambolata e sorrido....mi fanno felice!!

miss piperita ha detto...

È vero...ricordano i mulini a vento!! Io non le trovo brutte, anzi. Mettono un po' di allegria.

veronica ha detto...

cara la mia ingegnera...
le turbine eoliche mi mettono un'allegria che non immagini.. ogni volta che mi capita di vederle penso che il mondo sarebbe più bello con qualcosa di simile in più!
sono sempre stata contro gli sprechi sia economici che di energia, e sono certa che possa esistere una fonte di energia più "pulita" e meno aggressiva dello sfruttamento dei pozzi petroliferi. Sono a favore dell'energia nucleare, sono così a favore dell'energia "atomica" che mi viene da credere, suggestionata da Dan Brown (!), che possa esistere l'antimateria, che potrà esistere un motore a curvatura! Forza colleghi ingegneri scienziati inventate che poi io ottimizzo il processo !!!!!

motore di schietti ha detto...

Il moto perpetuo si ottiene principalmente in due modi:

1. sfruttando la forza di gravità con il Motore di Schietti (1. con la pressione atmosferica, horror vacui, Torricelli - 2. Col principio di Archimede immettendo aria dentro un cilindro pieno di acqua. 3. con leve con le quali alzare bacini idrici)…

2. col magnetismo sfruttando la velocità della corrente elettrica (centrale a vento magnetico di Schietti).

Le celle di peltier (Serpentina di Schietti ) dividono in due la carica elettrica, da una parte generano caldo e dall’altra freddo e si può produrre acqua potabile con la deumidificazione, frigorifero, piastra cottura, boiler acqua calda, riscaldamento domestico… Le celle di peltier hanno delle dispersioni elettriche che vanno riutilizzate per la piastra di cottura o per accendere lampadine, o il computer… Non emettono gas serra o che bucano l’ozono. Il bilancio di emissione caldo - freddo è uguale.

In più ci sarebbe l’ozonizzatore che lava senza detersivi, quindi lavatrice, lavapiatti, disinfettante, …

Si può ottenere moto perpetuo anche con la geotermia, ma è un po’ un casino scavare buchi di 1000 o 2000 metri per trovare sacche magmatiche con cui riscaldare acqua da far risalire come in un normale impianto di riscaldamento domestico e poi far riscendere quando è raffreddata sfruttando quindi il moto ascendente dell’acqua calda e la trasmissione di calore per impianti di riscaldamento domestici , però a Ferrara l’hanno fatto.

Che garanzie offrite del funzionamento del Motore di Schietti?

- Le stesse che offriva Archimede dicendo che con una leva avrebbe alzato il mondo o di Torricelli (horror vacui) che l’acqua nei pozzi risale fino a dieci metri attratta dal vuoto spinta dalla pressione atmosferica.

Dieci metri non sono 10 cm, è un bel salto, ci si può fare tanta energia ovunque

Il mondo è pesantino, se sotto ci metti un serbatoio di aria da comprimere, è una bella quantità d’aria che si otterrebbe da immettere in un cilindro enorme pieno di acqua con il semplice sforzo di una persona. Il lavoro utile è enorme.

Aria compressa per tutti con il cubo di Domenico Schietti
http://domenico-schietti.blogspot.com/

Da ormai più di 3 anni Domenico Schietti e i membri del Comitato per la produzione del Motore di Schietti devono vivere in clandestinità. Una persona è morta in circostanze misteriose, un'altra è scomparsa da Agosto 2006, minacce, percosse, ritorsioni, siti esclusi dai motori di ricerca e ancora molto peggio: 20 mila morti al giorno per i ritardi di produzione

IL DISEGNO DEL CUBO COMPRESSORE DI DOMENICO SCHIETTI
http://publish.indymedia.org/images/2007/01/878243.jpg
IL DISEGNO DELLA LEVA CON IL BRACCIO LUNGO CHE ALZA IL PESO DALLA PARTE OPPOSTA
http://publish.indymedia.org/images/2007/01/878244.jpg
Datemi una leva e solleverò il mondo, disse Archimede.

Come sapete bene, se il braccio della leva pesa quanto il grosso cubo di granito del compressore, basteranno pochi grammi per alzarlo.

A quel punto bisogna inserire sotto al cubo un serbatoio di aria da comprimere.

Con il lavoro di 4 operai ed un sistema minimamente meccanizzato, si possono ottenere diecimila serbatoi di aria compressa per autoveicoli al giorno quasi gratis.

Perchè nessuno ne parla e continuiamo ad usare gas, benzina e cose simili?

Lo sai vero che con l'aria compressa si può azionare il Motore di Schietti centuplicando il lavoro utile?

Cosa stai aspettando a metterlo in produzione?

Lo sai che 1 miliardo e 400 milioni di persone non hanno l'acqua potabile e con potenti deumidificatori come la Serpentina di Schietti si può ottenere tutta l'acqua di condensa che si vuole dall'aria atmosferica?

IMPADRONIAMOCI DEI MEZZI DI PRODUZIONE
COMINCIAMO CON ACQUA ED ENERGIA

500 Serpentine al Popolo Saharawi

Spiegazioni su come autocostruirsi la Serpentina:

il prodotto finito deve essere simile ad un normale elettrodomestico però con il pannello di controllo di una macchina col condizionatore d’aria e le varie regolazioni:

Chi consegnerà al Popolo Saharawi i primi 500 esemplari, quando avremo acqua ed enerrgia gratis per tutti, avrà un premio pari a 100 volte l’investimento.

La Serpentina da 25 litri con kit igienizzante e vasca di raccolta da 100 litri con sassolini a rilascio di sali minerali con, attenzione, minifrigo per la conservazione degli alimenti, più scaldavivande azionati dalle CELLE DI PELTIER , avrebbe un costo di circa 500 euro.

Le celle di peltier non producono gas pericolosi.

Con 500 euro si avrebbe 25 litri di acqua al giorno, frigorifero e scaldavivande.

Credo che abbiano fatto la vasca da 100 litri in modo che l’acqua rimanga a riposare alcuni giorni e si sciolgano i sali minerali, però forse anche perchè sperano di aumentare la resa nel caso si possa disporre di un’alimentazione maggiore e quindi raggiungere i 50-100 litri al giorno.

Aumentando la potenza del Motoooore di Scccchietttti di circa altri 200-300 wh la serpentina funzionerebbe anche da riscaldamento domestico, boiler e lavatrice e lavapiatti con l’ozonizzatore che funziona senza detersivi e perciò con l’acqua di scarto che può essere utilizzata per bagnare l’orto.

In un prodotto solo tutti gli elettodomestici essenziali