lunedì, gennaio 22, 2007

La piramide di ghiaccio


Cosa si arriva a fare pur di utilizzare uno dei nuovi stampi comprati???

Ecco dopo aver fatto una bella crostata alla ricotta, mi erano avanzati degli albumi, e della panna, e avevo questo scheletro nell'armadio che mi chiamava... ovvero il nuovo stampo in silicone a forma di piramide...

quindi... siccome ho la mania delle ricette di pasticceria...
e che piano piano nel tempo cerco di fare tutti quelli che sono i "capisaldi" (non i Capi in saldo!!), ho pensato che fosse l'occasione giusta per provare a fare la Meringa Italiana (ahahha questa temutissima realizzazione)....
però però.... c'è sempre un però.. Non ho ancora un termometro nella mia dotazione... e quindi ho un pò inventato, di sicuro alla fine gli albumi erano ben pastorizzati, perchè ritengo di aver anche superato il valore di 120°, ma il risultato nonostante le pecionate, che sono riuscita a combinare in cucina, è stato veramente piacevole! Questa piramidina, seppur abbastanza bruttina, era proprio buonina, ed assomigliava al gelato cremino, ovvero fiordipanna dentro e quello strato sottile di cioccolata di copertura. Dunque se per caso vi scappasse di combinare i miei stessi pasticci in cucina si fa così:

Ingredienti

per 6 piramidi

1 albume

zucchero in peso uguale all'albume

1 cucchiaio di glucosio

acqua qb

50 g di panna montata, leggermente zuccherata

30 g cioccolato fondente

In realtà ho usato il triplo degli ingredienti, ma alla fine ho riempito solo 6 stampini ed il resto è andato buttato, insomma, ricordate che in fondo è stato solo un esercizio...

comunque, ho montato l'albume a neve ben ferma nel robot, poi ho aggiunto la metà dello zucchero per renderlo più fermo, quindi ho messo il restante zucchero e il glucosio in un pentolino a bagnomaria, e ho versato poca acqua in modo da coprire lo zucchero, ho fatto andare sul fuoco basso, fino a che non ho visto che cominciava a sobbollire. Quindi ho acceso il robot e ho versato lo zucchero a filo sull'albume, ed ho lasciato andare per una mezz'ora, perchè ho letto che si doveva raffreddare.... ma questo non è mai avvenuto... ;)

Quando ha comunque raggiunto una temperatura più mite, ho incorporato la panna montata, leggermente zuccherata. Ho fato colare sulle superfici dello stampo un pò di cioccolata fondente fusa, e quindi ho riempito con il composto. Ho messo in frigo e tenuto per una giornata.

Ho lasciato a temperatura ambiente per 5 minuti prima di servire, Buone!

PS Perchè parte dell'impasto è andato buttato? Avevo pensto di riempire un altro stampo e mettere in frigo, pensadno che comunque sarebbe diventata una specie di mousse.... invece il giorno dopo, panna e albume si erano completamente separati... una ciofeca insomma, tanto per rifarmi un pò al Ciofeca's day...

Altre ciofeche prodotte sono qui:

Crostata di mele

Muffin

12 commenti:

flo ha detto...

tulip tu mi vuoi annientare di la verita'!!!! gia' io per i dolci vado matta...e tu..mi propini addirittura questa piramide favolosa!!!! che dire?
non ho parole...:)

flo ha detto...

a proposito....:)
questo week end abbiam sperimentato pure noi:)...non con uno stampo nuovo di silicone come il tuo , ma con una...zucca!!!! :)ti aspettiamo nel ns blog!!!! ciaoooooo

Elisa ha detto...

Mi fai troppo ridere: "storia di un muffin cattivo", questa me l'ero persa! :))

Cmq, cara Tulip la piramide e` bellissima e la foto da rivista di cucina, bravissima ;)

veronica ha detto...

ora capisco perché stavo per morire gonfia ...nei semifreddi ci mettono l'albume crudo!!!
sono allergica

Dolci Ricette ha detto...

Pochi giorni fa ho provato la tua crostata di ricotta...buonissima...è sparita nel giro di qualche ora!! :))

Barbara ha detto...

Tulip che dire......MERAVIGLIAAAAAAAAAAAAA!!!!
complimenti sei geniale!!! (^o^)/

flo ha detto...

tulip, tra parentesi volevo dirti che: ( ieri sera ho fatto i miei primi muffin al doppio cioccolato copiati e incollati dalla tua ricetta! che dire? x essere la prima volta non e' che mi son venuti poi cosi' male ma di sicuro non eran belli come quelli tuoi :)...devo aver sbagliato qualcosina. era la prima volta tra l'altro che usavo lo stampo per muffin in silicone da 6, ma mi si son tutti attaccati sul fondo, che pasticcio! dovevo forse imburrarre e infarinare anche lo stampo? quelli dentro gli stampini di alluminio usa e getta ( che ho imburrato) son venuti molto + belli, alti e ...soffici! mahhh...mistero dei muffin! ):.....domandina: ma x farli normali ( cioe' bianchi con le gocce di cioccolato, basta non mettere il cacao giusto?:)

ape ha detto...

prendila così

non si mangia solo con il palato, ma anche con gli occhi..

Tulip ha detto...

Flo, la vostra sperimentazione con la zucca mi intriga... e per quanto riguarda i muffin senza cioccolato, come puoi vedere in fondo al post, li ho fatti solo una volta e mi sono venuti piuttosto maluccio, se vuoi provare a leggere quel libricino con ricette di muffin che riposto nell'altro post... troverai sicuramente qualcosa.

Elisa, Grazie cara, mi metti in imbarazzo, sai?

Veronica, in effetti, in alcune preparazioni alcuni mettono l'albume crudo.. con questa tecnica si sta di certo più sicuri...ma è moooolto più complicata!

Dolci Ricette, mi fa piacere.... ma poi in fondo la ricetta è di Cannella!!

Barara, Grazie.... e non mi scordo, eh!

Ape, eh sì!! cIao Cara!

JAJO ha detto...

Ho sempre amato l'Egitto ma con la tua piramide mi fai andare ...FUORI SCALA con il gradimento.
S T R E P I T O S A !!!

SenzaPanna ha detto...

Tulip, anche io faccio lo sciroppo per la meringa italiana senza termometro ma c'è il trucco, quando ci vediamo te lo spiego, da raccontare è lungo.

Quando leggi montare fino a quando non è fredda non ci credere, in realtà non si raffredderà mai...
:-)))))))))

Gourmet ha detto...

Questa me l'ero persa!!! :)
bleahhhhhh!!

;-D