lunedì, novembre 06, 2006

Pranzo della Domenica

Di certo avrete notato che non faccio mai recensioni dei ristoranti dove vado, e pure questa volta non voglio recensire il luogo in sè, ma un bellissimo pranzo domenicale insieme a persone piacevoli, intorno ad un tavolo e a delle pietanze curate e gustose.

Passeggiare per Roma la Domenica mattina, è un piacere, il solito traffico fa vacanza, la gente sembra tutta serena, il cielo poi con quelle tramontana era pulitissimo e di un celeste da puro godimento, per cui mi sono ritrovata a passeggiare per le vie intorno a Campo de' fiori con un certo anticipo rispetto all'appuntamento, ho guardato le bancarelle, mi sono affacciata ai diversi forni, i colori della bancarella dei fiori... per arrivare poi qui:

Grappolo d'Oro
p.zza della Cancelleria, 80Roma (RM)tel 06 6897080

Ci si ritrova 6 amici al ristorante, ed è un piacere raccontarsi..e nel frattempo godere di quei piatti che la chef così cordiale e sorridente ( nonostante il giorno di riposo saltato) ci propone.

Vi ripropongo qui tutto quello che ho fotografato, e vi lascio immaginare cosa possono creare tutti foodblogger seduti ad uno stesso tavolo...tutti nello stesso momento con la macchinetta fotografica in mano....uno spasso (per gli altri sopratutto!!).

Inanzitutto ci è arrivato un "assaggio" di Burrata e mozzarella, una vera goduria, dal gusto fresco e burroso..... non vi preoccupate, mi sono assicurata che non tornasse indietro neppure l'ombra.




Dopo aver così stuzzicato l'appetito io e il Cavoletto abbiamo scelto dei tortelli con patate e baccalà, serviti con un'insalatina di ceci. Veramente gustosi e bella l'idea di rinnovare la classica coppia baccalà e ceci, in questo primo piatto.



Mentre Rovino e la sua bella, hanno scelto dei ravioli di carne con pesto (? non mi vorrei sbagliare?) , e grattugiata di scorza di limone, che lascia un'idea di fresco in bocca.





A questo punto, non so per quale oscuro motivo mi sono persa una parte del reportage, Rosso Fragola e Senza Panna hanno scelto una zuppa di orzo e finocchietto, assolutamente corroborante visto il freddo che c'eravamo presi fuori.

A questo punto, dopo le nostre singole scelte, abbiamo gustato alcune specialità della chef Fabrizia Brenci (che ripeto, è stato proprio un piacere conoscere, piena di vitalità e con la gioia, sì ho detto gioia, di farti assaggiare i suoi piatti!!).
Tortellini al sugo, fatti a mano, con la sfoglia stesa all'olio....saporiti, mi hanno ricordato quando vado a Ferrara dai parenti... (il consommè era finito...altrimenti la chef ci aveva assicurato che era la morte loro!!)


Eppoi la signora polpetta, si può amare una polpetta? Io già amo quelle della mamma, perchè le fa con le sue manine, con gesti d'amore, scegliendo per bene come le preparerà, e di certo non ci si fida spesso di prenderle al ristorante... ma quando vedi che ogni cosa ti parla di attenzione, quando ti rendi conto che lì ti tirano la sfoglia(non in faccia, eh?!), ti scelgono i materiali con cura (notare la lista dei formaggi. e il riferimento alla carne scelta per ogni piatto)...e quando puoi vedere tranquillamente la chef all'opera...... allora si parte alla conoscenza della signora polpetta.....

e confesso.... sì sì confesso, ho fatto il bis..una polpetta di carne angus, morbida, tenera, saporita, accompagnata da un sugo che sa di coccola casalinga

Del vino che ci accompagna non parlo, non son degna...lascio la palla a Rovino, comunque era un soave del 2004


Ma veniamo al dunque (perchè si sà ormai che per me il dunque arriva con il dolce)
Inanzitutto siamo stati viziati (sì è il caso di dirlo) amorevolmente dalla Fragolina, che ci ha portato dei biscottini home made chiamati credo Rose del deserto, che avevano un aspetto delizioso..e che hanno attirato la golosità di un vicino di tavolo (come non offrigli un assaggio, quando si spaccia la richiesta per il desiderio di un bambino, ;) )




Quindi per me ho scelto una mousse al cioccolato Valhorna con panna e lingua di gatto, fatta dalla chef, obviously!


Cavoletto ha preso un semifreddo meringato alla nocciola con crema di mou.



Senza Panna e Laura un semifreddo allo zabaione al caffè (perchè qui anche l'idea più tradizionale dell'affogato al caffè.. è artigianale!)


E infine Rovino e la Fragolina hanno scelto il tortino al cioccolato con il cuore morbido.
Le foto rendono l'idea? Io già non vedo l'ora di portarci il mio fidanzato.... ho intenzione di stenderlo con queste bontà!




21 commenti:

danielad ha detto...

bellissima giornata vero?

ci torniamo?

grazie a te e a tutti, sono stat benissimo
:)

Tulip ha detto...

Bella, veramente...e sì... ho proprio voglia di tornarci!!
Solo che come al mio solito ho mangiato troppo!! e ieri sera ho anche avuto il coraggio di risedermi a tavola!!!

Sigrid ha detto...

eheheh... beh hai detto tutto... io ho il post... al frigo :-)) (forse in rete domani) ma è molto meno completo del tuo :-) Del resto sto cercando di pervertire una cena di lavoro in settimana in un' altra visitina alla cheffina, vedremo se mi danno retta... :-P

Tulip ha detto...

Sigrid....sgancia il post....non ci credo proprio che non tiri fuori qualche foto con angolazioni particolari!!!

PS...ma pervertire...è un lapsus?

Sigrid ha detto...

euh, no, era a prendere al senso figurato però eh :-)

Grissino ha detto...

Hai dimenticato di citare il prezzo!
:-D
Io scendo giovedì sera a Roma ma non so dove andare a mangiare per l'unica serata che passerò lì... i piatti qui sembrano buoni ma vorrei qualcosa di ancora più creativo. Quindi quasi quasi mi farei un salto al Naboo se nessuno mi suggerisce altro ^_^

Kjaretta ha detto...

Che bel convivio, in tutti i sensi. che bravi che siete voi food blogger di roma e dintorni riuscite a incontrarvi spesso... Tra l'altro hia fatto delle bellissime foto :)

rosso fragola ha detto...

Tulip, sei stata velocissima, e che belle foto!

Sono stata benissimo in vostra compagnia, al pranzo e a passeggio in piazza Navona e per le vie di Roma.

Grissino, devi assolutamente passare dal Grappolo d'oro; non puoi perderti dei tortellini così! :-))

danielad ha detto...

Cenzina, "pervertire" è una bella espressione... rende l'idea.
Solo tu puoi dire cose così

:-))))

danielad ha detto...

i ravioli di Roberto e Laura erano di parmigiano

danielad ha detto...

Grissino, un pasto nedio costa sui 35 euro per 4 portate esclusi i vini

Tulip ha detto...

Grissino sul costo ti ha risposto Daniela...io al Naboo non sono mai stata....ma di certo è più commerciale...
questo ristorante invece ti dovrebbe piacere proprio per la cura che hanno nella selezione delle materie prime....che a te interessa molto, no?

Kja In effetti qui a Roma, essendo in tanti, è pìù facile organizzarsi.... ma poi diventa una specie di droga...ci prendi proprio gusto....!!

FragolinaGrazie!! Anche io sono stata veramente bene!! e il tuo regalo.. è già sul mio comodino!!

DaniGrazie per le info...non mi ricordavo proprio com'erano i ravioli di Rob e Laura!


baci..

Grissino ha detto...

Commerciale? No, perchè? Se devo mangiare i tortelli o le lasagne, me le faccio a casa o vado in una trattoria in campagna. Mica al centro di Roma!!

A Roma preferisco scegliermi qualche ristorantino con cucina un pò più particolare dove le materie prime dovrebbero essere comunque selezionate

Tulip ha detto...

Certe tue risposte alcune volte mi lasciano veramente basita..

i consigli vanno presi come tali, certamente...
ma questo posto non è proprio una trattoria...

e se tu pensi che i tortelli siano buoni solo a casa di certo ti perdi un mondo...
Io non parlo mai di risto...
ma ho sottolineato l'attenzione per i materiali di questo non a caso...
qui c'è più che attenzione...
e andando al centro di Roma...potresti per esempio assaggiare alcuni dei piatti più tipici romani rivisitati....
comunque fai come ti pare....si vede che non abbiamo gli stessi gusti....
io non ho mai trovato naboo recensito per la sua particolare bontà...ma per lo più per la sua estetica...questo non vuol dire che un giorno io non ci vada e mi ci possa trovare bene....
ma io ti ho consigliato un posto buono.... tu fai come vuoi.

Elisa ha detto...

Che bella combriccola e che piatti! qui a Milano ce li sognamo...ecco perche', Kja, ci incontriamo poco e poi tu, vagabonda, sei sempre a Parigi!

Una cosa che rimpiango di Roma sono proprio questi posti...a Milano citta' non ci sono e cmq il costo sarebbe sicuramente piu' elevato.

P.S. Per Fragolina: sono contenta che tu sia stata bene ;)

Tulip ha detto...

ElisaGuarda che un giorno che torni a Roma ed hai un pò di tempo..ti tocca pure a te di gustarti la combriccola!!

;)

LaCuocaRossa ha detto...

a parte che vi ho "invidiati" moltissimo per la meraviglisa atmostera della giornata che emerge da tutti i vostri post e si trasmette in giro...(e quindi è vera!)
e poi mi avete fatto venire "voglia di roma"...è tanto che non ci vengo per diletto!

Elisa ha detto...

Tesoro, ho in mente proprio una cosa del genere...scendo tra un po' ed ho proprio voglia di organizzare...non accetto rifiuti (spero :))

Grissino ha detto...

Beh, io ti posso solo dire che sono stato 4-5 volte a Roma e mentre tutti i vari ristoranti mi hanno prima o poi deluso una volta, il Naboo è sempre stato eccellente. Pure l'ultima volta anche se un pò caro. Sono stato sempre trattato benissimo, con molta gentilezza e cortesia. Piatti sempre di alto livello, atmosfera grandiosa (e tranquillissima) e tanta gentilezza. Certo non fanno cucina romana ma se è per questo, a me non è che piaccia granchè.
Non discuto sulla qualità del ristorante (mi fido) ma
-burrata e mozzarella
-tortellini al sugo
-polpetta
-mousse al cioccolato (non mi è piaciuta per nulla la presentazione...)
sono piatti tutto sommato "normali" che non reputo valgano la spesa di un ristorante. Se pago, vorrei mangiare qualcosa che normalmente non faccio o che potrei fare ma è troppo lungo o difficile fare.

danielad ha detto...

in linea di massima potrei essere d'accordo con Grissino, am quando i piatti "normali" sono fatti con così tanto amore e cura diventano speciali.
Quanto ai gusti personali, secondo me non possono entrare nella valutazione di un ristorante ma solo nella scelta.

Tulip ha detto...

Cuocarossasi sa mai che non ci si incontri allora!!

Elisa ti aspetto al varco allora....
ma a braccia aperte!!
;)

GriSe è così è giusto che tu vada dove hai più piacere... io probabilmente me ne tornerò al grappolo d'oro!!

;) con Daniela??