mercoledì, aprile 18, 2007

Ristorante La Caravella-Amalfi



Veniamo accolti all'entrata del ristorante sia dallo chef (ma lo capisco solo dopo) sia dal cameriere di Sala, si occupano dei nostri copriabiti e ci accompagnano al tavolo.
La sala non è grandissima, ma ce nè un'altra piccola adiacente, ed oltre a noi c'è solo un altra coppia, dopo arriveranno altri 3 tavoli.

Ci vengono dati i menù, ovviamente il mio è senza prezzi, la proposta iniziale prevede il menù di degustazione a 75 euro, ma siccome c'è un piatto a base di finocchi cui sono allergica, e l'antipasto di alici che non ci ispira tantissimo, optiamo per ordinare alla carta.
Ammetto di essere stata parecchio davanti al menù, perchè ogni cosa attirava la mia attenzione!

Inoltre il cameriere ci ha illustrato ogni singolo piatto, dandoci qua e la suggerimenti su come gustarlo, ed era pure simpatico!Insomma gentile, elegante ma simpatico.
Certo ci sono tutta una serie di attenzioni cui non siamo abituati, ad esempio al mio ragazzo è caduto il tovagliolo, se ne sono accorti da soli e ne hanno portato uno pulito posizionandolo sul tavolo vicino a lui aiutandosi con una pinza d'argento.
Acqua e vino ci venivano serviti ogni volta che il bicchiere si svuotava.
e quando portavano i piatti li portavno sempre insime a tutti e due, coperti conun coprivivande in argento che veniva tolto all'unisono dai due camerieri, un vero spettacolo.

Comunque questo quello che abbiamo potuto mangiare:

Pre appetizer (offerto) :
Spuma di pesce azzurro con pistacchi di Bronte, su ricottina di bufala e crema di zucca-
Una sopresa che ci ha subito fatto capire che il seguito saebbe stato eccezionale.

Io e il mio ragazzo, assaggiavamo felici la preparazione, assaggiando prima ogni parte da sola, e poi mescolando i tre sapori, in ogni caso si sposavano perfettamente. Devo dire che anche alla vista quei tre colori davano subito un senso di appetito!




Antipasti:
Crudo di pesce del giorno con caponata di biscotti di Agerola, olive e pomodorini- il pesce era ovviamente di qualità, e si sposava benissimo con il gusto di quei biscotti di Agerola, ovvero del pane del posto, ricotto ed ammollato.




Ma ancora meglio il mio antipasto:
Ovoletti con sfoglia vecchia maniera ripieni di mozzarella di fior di latte e gamberi su velllutata di crostacei
Questi ovoletti caldi, avevano tutto il profumo del mare, e quella sfoglia un pò spessa si inzuppava benissimo con la salsa (anzi vellutata) di crostacei che accompagnava il piatto sul fondo, mescolando in maniera piacevole anche i colori.






I Primi
Ndunderi con cianfotta e gamberi rossi,

Questo piatto è frutto di un'antica tradizione, risultano infatti essere il piatto di pasta più antico, risalgono infatti a prima della scoperta dell'America, quando non si conoscevano le patate.

Per cui questi gnocchi si ottengono dalla miscelazione della farina con la ricotta.
Lo chef li accompagna con questa cianfotta che è un sugo di verdure stagionali, nella nostra si riconosceva il sapore della melanzana sopratutto, e con i gamberi.
Il mio ragazzo ha chiesto una forchetta, perchè voleva assaggiare il gusto da solo dello ndundero, il cameriere ha sottolineato che lo chef suggeriva di accompagnare ogni gnocco con il sugo sottostante e con i amberi per assaporare insiem i tre sapori.

A fine serata ci hanno dato una pergamena con la storia di questi gnocchi.



Eppoi il piatto che più di tutti abbiamo gradito:
Panzerottini neri con ricotta e e crostacei,
a parte che era uno spettacolo anche visivo, il nero della sfoglia il bianco del ripieno e il rosa-rosso dei crostacei, ma il sapore!!!

Io ancora me lo sogno, erano morbidi, saporiti, profumati di mare, dolci.. insomma ottimi!




Secondi:
ne abbiamo preso uno solo
Calamaro ripieno di zucchine e pomodorini,
morbido e saporito, e pure le zucchine che io non adoro e che ritengo piuttosto insipide ,erano morbide e gustose, dorate, e perfette insieme al calamaro!






Quindi ci arriva un pre dessert (offerto)
sorbetto al limone con marmellata di limoni, ottimo per sciacquare la bocca dal sapore del pesce, asprigno della marmellata con il dolce del sorbetto.




i dessert:

Semifreddo al torroncino con mousse di caffè-non ho potuto assaggiare causa allergia ai frutti con guscio, ma il mio ragazzo era contento




per me Pastiera fritta con gelato all'arancia buona, assolutamente non unta, perfetto il contrasto caldo con il freddo del gelato.

Post dessert (offerto)
un cucchiaio di melanzane oserei dire affogate nellla cioccolata fondente. Vi basti sapere che odio le melanzane eppure ho gradito...ma ho scordato di fotografarle tanto ero sopresa!



Arriviamo al caffè
Arriva in una tazzina con coperchio, per mantenersi caldissimo, accompagnato da una scorzetta di arancia e da un amaretto, il consiglio dello chef è di sciogliere la scorzetta nel caffè, quindi mangiarla, bere il caffè amaro e quindi gustare l'amaretto!
é stato un bel contrasto di sapori, ma io ho aggiunto un poco di zucchero!







PS
Non vi ho detto del pane fatto da loro, dei grissini uno tira l'altro, cicciotti e salati al punto giusto, croccanti fuori e più morbidi all'intrno, un pane ai pomodori secchi, ed uno aromatizzao al finocchietto!!








Spesa 191 €, di cui 38 di bibite (2 bottiglie d'acqua e 1 Greco di Tufo cantina cituzzi)

Insomma è stata un'esperienza unica.
Un compleanno che non dimenticherò mai.



La Caravella
Via MAtteo Camera, 12
Amalfi
tel 089 871029


7 commenti:

SenzaPanna ha detto...

Scusa, ma i pavimenti non ce li fai vedere?
:)

Ti si legge la felicità addosso :)

JAJO ha detto...

MERAVIGLIA !!!!!!!!

MI ADOTTATE TU E ALE ????
:-D :-D :-D

Francesca ha detto...

ho assaporato questo pranzo con voi! Che piatti, tutti che valgono almeno un'assaggita, immagino. E grazie di aver messo anche i prezzi del cibo e delle bibite, molto utile. Ancora auguri!

p.s. che curisotià mi ha messo quella melanzana affogata nel cioccolato!

Tulip ha detto...

Dani, in effetti mi sa che non ce l'ho la foto dei pavimenti, ma credo che sul loro sito si veda.
comunque è quel marmo rosso venato.

Jajo, ci stiamo pensando!


Fra, La melanzana è particolare, comunque dell'orataggio rimane praticamente solo la consistenza, il sapore non si sente un gran chè...

flat eric ha detto...

Grande cena!
Ci sono stato alla Caravella tanti anni fa e ricordo ancora il magnifico soufflè dolce!
Fai venire voglia di ritornarci.

Anonimo ha detto...

complimenti per l'accoglienza molto professionale ,piatti da favola per la bella serata dell'anniversario di matrimonio
sicilia Enna.

Tiziana ha detto...

Ma con tutte le foto che hai fatto a questo ristorante, non è che ti hanno guardato strano? Lo dico perché io al massimo ne riesco a fare 2/3/4 dopo m'imbarazzo...complimenti per la nonchalance...