lunedì, marzo 13, 2006

"Questa storia" di Alessandro Baricco: Libro.....Cotto e Mangiato

Durante questi pochi giorni di malattia (9!!!!! 9 giorni…….) ho avuto modo di finire il libro di Galimberti…. E poiché come già detto non mi stava prendendo un granchè, vi assicuro che finirlo mentre si sta male è stato anche più pesante, ma tant’è!
L’ho finito, e finendolo mi rendo conto che forse il mio gradimento ha avuto un valore negativo per la tipologia stessa del libro, un saggio, che non è tra i miei preferiti.
Che ci volete fare, quando leggo voglio sognare, mi piace seguire le storie dei personaggi, capire le loro emozioni, provarle, e questo si sa, può succedere solo con un romanzo, non certo con un saggio.
Anche se devo ammettere che leggere questo libro di Galimberti mi è anche stato utile per capire certi miei percorsi mentali legati all’amore, al possesso , al tradimento….
Ma capire non sempre è imparare…..
Chissà vedremo.
Comunque stavo sempre piuttosto in coma in questi giorni..ma il successo di aver finito finalmente questo libro mi ha dato una spinta di energia e così, quasi per ripicca ho letto in soli 2 giorni….

Sì sì
2 giorni!

..l’ultimo libro di Baricco: “Questa Storia”.
A dire la verità il libro era in casa mia da qualche mese, infatti l’avevo comprato insieme a quello di Galimberti, ma chissà perché, come in una sorta di “prima il dovere poi il piacere”, l’ho lasciato per secondo.
Bhe non mi sbagliavo: è stato un vero piacere leggerlo.
Come sempre all’interno delle storie di Baricco ci sono dei personaggi del tutto improbabili, ma descritti così bene, ma così bene, che veramente potrebbero essere esistiti.
“Questa storia” è la storia della vita di Ultimo Parri, così chiamato perché era il primo figlio (…e ultimo) di Libero Parri, e del suo scorrere nella prima metà del novecento nella passione nascente per le macchine, e nella nascita delle piste da corsa.
Bello il modo in cui Baricco cambia spesso la voce narrante e bella anche la fine, che come quasi tutti i libri di Baricco mi fa pensare:
1. ai possibili continui di queste storie un po’ magiche
2. alla piacevole sensazione che possono dare le parole
3. a quali libri mi mancano ancora di questo scrittore, li voglio tutti, tutti!!!!

Ovvio che questo libro vi consiglio di leggerlo, per addolcire le giornate, per sognare, e soprattutto per scoprire le persone con l’ombra d’oro.

5 commenti:

graziella ha detto...

Ben tornata!! Peccato che le tue foto siano andate perse! Probabilmente anche la macchina fotografica ha risentito dei tuoi microbi!

Tulip ha detto...

eh già!!
anche la macchinetta si è ammalata!!!
ma adesso vedo di rifarmi.. anche se mi sento un pochino arruginita!!!

Baci!!

Marco ha detto...

I libri di Baricco mi attraggono molto, ma ogni volta che arrivo a tanto così da uno di essi in libreria...non mi decido a saltare il fosso e a comprarlo.
Non so ancora perchè...
Quale mi consigli per cominciarlo ?

Tulip ha detto...

Marco, non posso non risponderti!

Devi assolutamente cominciare da Seta,
è piccolo , quindi ottimo come primo approccio verso un autore che ti lasica magari perplesso, e secondo me è davvero poetico!
Nonchè romantico!

Marco ha detto...

Grazie Arianna.
Lo compro, lo leggo e poi ti dico...